Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Fondi Regionali di Farmacovigilanza

Accordo Stato-Regioni e Provincie autonome per l’utilizzo dei fondi 2015-2016-2017 

Ai sensi dell’art. 1, comma 819, della legge 27 dicembre 2009, n. 296, la Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano ha formalizzato, in data 6 giugno 2019, l’Accordo concernente la definizione degli indirizzi per la realizzazione di un programma di farmacovigilanza attiva, attraverso la stipula di convenzioni tra l’Agenzia italiana del farmaco e le singole Regioni per l’utilizzazione delle risorse di cui all’articolo 36, comma 14, della legge 27 dicembre 1997, n.449, relative agli anni 2015, 2016 e 2017. 

Questo ultimo accordo introduce un importante elemento di novità: rispetto agli anni precedenti, infatti, è stato destinato uno specifico finanziamento per progetti di dimensioni nazionali destinati in particolare allo studio di efficacia e sicurezza dei farmaci utilizzati nel “real world”, al fine di produrre solide evidenze trasferibili sul territorio nazionale. 

Infine è stata destinata una quota maggiore per il finanziamento delle attività dei Centri Regionali di Farmacovigilanza (CRFV) e resta, inoltre, riservata una quota per la presentazione di progettualità di carattere regionale finalizzate alla valutazione dell’uso dei farmaci e degli effetti delle terapie farmacologiche nella pratica clinica usuale. 

Seguirà, come consuetudine, la pubblicazione delle modalità e tempistiche di richiesta di accesso a suddetti fondi nonché le modalità di presentazione delle progettualità.

Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina